Corso di Fotografia Emozionale

04.10.2018

Il profondo senso di difesa della natura ha fatto di Luigi un conoscitore ineguagliabile delle meraviglie del nostro appennino che riesce a sorprenderci in continuazione.
Il rapporto che Luigi ha con il suo mezzo espressivo cominci ad intuirlo quando diventa argomento di conversazione. Bastano pochi istanti per vedere il viso che cambia espressione e le mani che cominciano a disegnare nell'aria i movimenti della messa a fuoco; non sta solo raccontando, ti sta facendo partecipare all'azione e quasi riesci a sentire il clic dell'otturatore. Fotografare per Luigi significa entrare in consapevole sintonia con la storia che sta fotografando. Luigi trasmette la sua sensibilità nel comporre l'immagine attraverso tagli di luce radente, con i colori e le nebbie d'autunno, nel raccontare il senso di libertà degli animali e l'eleganza, nel catturare l'emozione. 
Luigi ha la sensazione che non fare fotografie sia una condizione per scrivere di esse...
Non si definisce un fotografo professionista, solo un quieto osservatore che attende di cogliere lo stupore, la pura verità dell'attimo nel punto massimo dell'emozione della storia che si sta compiendo. Senza artefizi, senza apparecchiature sofististicate, solo con l'emozione che lo accompagna e cresce con lo studio della storia, che matura dentro di lui la consapevolezza dell'attimo e sfocia con lo scatto nel suo punto culminante. Qui si fa la storia, qui immortala l'emozione.

.

Luigi è un uomo contemporaneo e ha sviluppato nel corso degli anni una sensibilità innata nei confronti delle immagini naturali perché nato in un luogo ricco di natura, luogo dove le presenze umane si incontro-scontrano con quelle vegetali, animali, geologiche, atmosferiche.

Non è provvisto di arco e frecce, la sua caccia lo porta ad inseguire prede-immagini secondo strategie personali di estrema adattabilità e conoscenza nei confronti dell'ambiente . strategie che spesso rimangono segrete e permeate da un vago senso di magia ed esoterismo. La componente magica della ricerca sta nel fatto che Luigi riesce ad instaurare una sorta di empatia con le sue prede, sembra quasi che gli animali, le piante e le pietre lo stiano aspettando da sempre per mostrargli la loro storia.
Il frutto di una vita di ricerca e passione ci fa vivere momenti creativi magici ad esplorare nuovi mondi segreti legati all'immagine sempre alla ricerca del messaggio profondo dell'attimo e della verità artistica.

1) COME SI FOTOGRAFA
2) COSA SI FOTOGRAFA NEL TERRITORIO
3) LEZIONI TEMATICHE

DOVE: Nelle grandi aree naturali protette dalla legislazione (parchi) del Parco del Corno Alle Scale ove poter apprezzare, nel massimo rispetto, zone tra le più incontaminate d'Europa. Un territorio governato da processi naturali ove le attività umane sono permesse nel massimo rispetto degli habitat naturali, per la conservazione di piante (molte specie uniche e protette) e animali.

PROGRAMMA: da definire in base all'esperienza del gruppo e al soggetto da fotografare.

QUANDO: I corsi vengono organizzati nei weekend dal sabato mattina alla domenica pomeriggio, a Lizzano in Belvedere (BO), in aule attrezzate.

"Luigi ha la sensazione che non fare fotografie sia una condizione per scrivere di esse...Non si definisce un fotografo professionista, solo un quieto osservatore che attende di cogliere lo stupore, la pura verità dell'attimo nel punto massimo dell'emozione della storia che si sta compiendo. Senza artefizi, senza apparecchiature sofisticate, solo con l'emozione che lo accompagna e cresce con lo studio della storia, che matura dentro di lui la consapevolezza dell'attimo e sfocia con lo scatto nel suo punto culminante. Qui si fa la storia, qui immortala l'emozione".

Per informazioni sui corsi di Fotografia Emozionale compila il modulo che segue: