.



.

.


.

La Flora

Il territorio è caratterizzato da boschi misti con carpini, castagni, olmi, querce ed estese faggete che lasciano poi il posto alle praterie d'altitudine. La varietà degli ambienti ha consentito lo sviluppo di una pregevole flora che comprende specie molto rare come la genziana purpurea, l'astro alpino, la saxifraga latina, il geranio argentino e la aquilegia alpina.

La successione di praterie d'alta quota, boschi, zone coltivate, e il reticolo di impluvi e spartiacque determinano la presenza di ambienti tra loro molto diversi che favoriscono una notevole ricchezza floristica, con numerose specie appenniniche rare, di cui alcune, caratteristiche dei rilievi alpini, raggiungono nel Parco il loro limite meridionale di distribuzione. La Magia delle Piante, delle Erbe, dei Fiori , Madre natura può guarirci e questi sono i suoi strumenti più potenti. I Fiori sono capolavori del Cielo. Il Talmud un antico testo sacro afferma: "Su ogni filo d'erba c'è un angelo chinato che dice: "Cresci ! Cresci !".