ABRAXA

Mi chiamo Patrizia Ferrari: sono stata giovanissima allieva del pittore e scultore bolognese Giuseppe Mazzoli. In seguito sono stata allieva del pittore e incisore Fred Fay. 

Iscritta all'Accademia di Belle Arti di Sion, in Svizzera, dove ho vissuto per 10 anni. In seguito ho continuato gli studi a Modena del maestro Pignatti, presso il suo studio di restauro.

Ho disegnato gioielli e oggetti, illustrato libri, inciso argento con la tecnica dell'acquaforte.
Dal 2009 abito e opero a Vidiciatico, sull'Appeninno tosco-emiliano, dove costruisco oggetti in rame e monili in argento, pezzi unici scrupolosamente eseguiti a mano.

Il tema religioso mi è molto caro ed è alle mie origini: infatti il mio primo lavoro, realizzato quando ancora frequentavo l'Accademia, fu un'opera d'amanuense, un lungo rotolo di pergamena scritto in caratteri gotici che elencava i benefattori, le autorità, le maestranze che avevano contribuito alla costruzione della nuova cattedrale di Sion. 

La pergamena, in una custodia di piombo, fu poi sepolta sotto la soglia della chiesa.

Tra le altre cose, ho realizzato tre pannelli d'argento inciso all'acquaforte raffiguranti la Madonna di San Luca, la Madonna Nera di Czestochowa e i ritratti di Giovanni Paolo II e del Cardinale Poma con i loro stemmi: questi pannelli costituirono uno dei due doni ufficiali offerti al Pontefice in occasione della sua visita a Bologna nel 1982. 

 A Vidiciatico, Lizzano in Belvedere, ho aperto un laboratorio-bottega dove costruisco oggetti vari, veri o sognati...lampade, mobiles, orecchini per alberi, acchiapparcobaleni... 

Il mio lavoro è sempre stato quello di spingitrice di matite.

Venite a trovarmi !

In questa foto il Prof. Fernando Lanzi illustra un mio presepe a Mirandola, nell'ambito di una mostra da lui curata. Il Prof. Lanzi è, assieme alla moglie Gioia, il direttore del Museo della Madonna di S. Luca a Bologna, abitano da qualche anno a Vidiciatico.